Giochi delle Bandiere

Giochi delle BandiereLa Manifestazione

I Giochi delle Bandiere, ossia le gare di abilità nel maneggio delle bandiere tra gli sbandieratori e musici delle otto Contrade, hanno inizio nel 1968 e con qualche interruzione raggiungono, nel 1984, l’undicesima edizione. Ancora cinque anni di “stop” e nel 1989 riprendono ininterrottamente con cadenza annuale, svolgendosi fino al 1993, per merito della Contrada “La Lucertola”, a Ripa in Piazza Europa, in occasione dei festeggiamenti del patrono “San Luigi” (21 giugno).
Negli ultimi anni, questa manifestazione, legata più di ogni altra alla gioventù, di norma, si disputa a Querceta nella centrale piazza Matteotti, fatte eccezioni le edizioni in cui il maltempo costringe a ripiegare sullo svolgimento “al coperto” (Palasport o palestre delle vicinanze), in una data che sembra essersi negli ultimi anni stabilizzata al terzo week-end di maggio.
I Giochi delle Bandiere, disciplinati dal regolamento della Federazione Italiana Sbandieratori – Antichi Giuochi e Sports della Bandiera (F.I.S.B.), si disputano su diverse specialità: Singolo, Coppia, Piccola Squadra, Grande Squadra, Musici e Coreografia.
Dal 2004, nello stesso fine settimana dei Giochi delle Bandiere, si svolgono anche i Giochi Giovanili delle Bandiere riservati alle categorie Under 15.

Lo svolgimento

Bandiere Contrada "La Madonnina"

Una bellissima immagine delle nostre bandiere in volo

I Giochi delle Bandiere rispettano il regolamento federale, che ne disciplina l’esecuzione dei vari esercizi prevedendo criteri di valutazione di base, come difficoltà, artisticità, coreografia, musicalità, portamento, e assegnando delle penalità per errori di esecuzione o mancanze di altro tipo.
Per ogni specialità è previsto un tempo minimo e uno massimo di durata. Saranno assegnate delle penalità agli atleti che eseguiranno un esercizio fuori dai tempi previsti. Inoltre sono previste penalità per atleti che avranno un comportamento non corretto all’interno del campo di gara (parolacce, gesti non opportuni), per chi sarà ritenuto negligente nella cura degli attrezzi (rottura di una bandiera, costume storico sporco o rovinato), e infine per chi eseguirà l’esercizio con attrezzi non regolari, infatti, per quanto riguarda le bandiere, è imposta una dimensione minima del drappo di 1,30  per 1,30 metri.
Le specialità previste sono:

38° Giochi delle Bandiere (2015)

Un momento dell’esibizione della nostra “Piccola Squadra” ai 38° Giochi delle Bandiere (2015)

Singolo Tradizionale: esercizio individuale nel quale sono messe in evidenza le capacità tecniche dello sbandieratore e la resistenza a uno sforzo prolungato, sia fisico sia mentale, per l’alto livello di concentrazione richiesto.

Coppia Tradizionale: esercizio eseguito da due sbandieratori. Sincronia dei movimenti, precisione dei lanci di bandiera, artisticità e portamento nell’esecuzione, sono i caratteri che rendono appassionante questo esercizio.

Piccola Squadra: esercizio eseguito da 4 a 6 sbandieratori. Unisce le capacità tecniche individuali con l’abilità di sbandierare in gruppo. Molto spettacolari i lanci che si possono eseguire, considerando l’alto livello di difficoltà raggiungibile con un numero limitato di sbandieratori in sincronismo.

38° Giochi delle Bandiere (2015)

La “Grande Squadra” della Contrada “La Madonnina” ai 38° Giochi delle Bandiere (2015)

Grande Squadra: esercizio eseguito da 8 a 16 sbandieratori con accompagnamento e coreografia del gruppo musici (tamburi e chiarine). È senza dubbio l’esercizio più spettacolare, visto l’elevato numero di atleti coinvolti contemporaneamente. Uno spettacolo di colore e musica, che richiede buone doti di gruppo. Le abilità individuali passano in secondo piano per lasciare posto a coreografie e movimenti di gruppo. Oltre che per l’esecuzione degli sbandieratori, anche per i Musici vi sarà apposita valutazione e classifica, inoltre l’esercizio verrà valutato nel suo insieme con la classifica di specialità detta Coreografia.

I voti sono assegnati da una Giuria appositamente nominata ed inviata sul luogo di gara dalla Federazione Italiana Sbandieratori – Antichi Giuochi e Sports della Bandiera (F.I.S.B.). La somma dei voti riportati nelle varie discipline determinerà quindi la Contrada vincitrice dei Giochi delle Bandiere.

Il Trofeo San Luigi

1° e 2° edizione Trofeo San Luigi (1989 - 1990)

I drappi simbolo della vittoria per nostra Contrada nella 1° e 2° edizione del Trofeo San Luigi

Come già anticipato, a causa di “problemi organizzativi”, la Pro-Loco Querceta non organizzava più i Giochi delle Bandiere dal 1984, e quindi la Contrada “La Lucertola” decise di sopperire a questa mancanza e di farsi carico, dal 1989, dell’organizzazione di questa manifestazione facendola coincidere con i festeggiamenti di San Luigi (21 giugno), patrono di Ripa, e rinominandola “Trofeo San Luigi”, con svolgimento in piazza Europa.
A quel punto, la Pro-Loco, riorganizzandosi un po’, considerò le edizioni del 1992 e del 1993 del Trofeo San Luigi valido per i propri Giochi delle Bandiere.

Il Trofeo San Luigi, propriamente detto, fu organizzato quindi per l’ultima volta nel 1993, dopo di che i Giochi delle Bandiere ritornarono in piazza Matteotti sotto la diretta organizzazione della Pro-Loco Querceta.

3° e 4° edizione Trofeo San Luigi (1981 - 1992)

I drappi della 3° e 4° edizione del Trofeo San Luigi conquistati dalla Contrada “La Madonnina”

Per dovere di cronaca, è giusto rilevare che di cinque edizioni disputate del Trofeo San Luigi la Contrada “La Madonnina” se ne aggiudicò ben quattro, consecutivamente fra il 1989 e il 1992, perdendo di fatto solo l’ultima edizione.
Trattandosi il Trofeo San Luigi di vere gare di bandiera fra tutte le Contrade, in seguito la Pro-Loco Querceta ha riconosciuto anche le edizioni dal 1989 al 1991 come valide per i Giochi delle Bandiere.

Il Gruppo Sbandieratori e Musici Contrada “La Madonnina”

Gruppo Sbandieratori e Musici Contrada "La Madonnina" (2015)

Gruppo Sbandieratori e Musici Contrada “La Madonnina” (2015)

A rappresentare la nostra Contrada ai Giochi delle Bandiere è quindi il Gruppo Sbandieratori e Musici Contrada “La Madonnina” che con sei vittorie, vanta al momento il secondo posto nella classifica generale di questa manifestazione, dietro all’irraggiungibile Contrada “Il Pozzo” (19 vittorie).
La prima vittoria avvenne nell’11° edizione dei Giochi delle Bandiere nel 1984, disputati dopo una pausa di due anni. Dopo quel successo ancora una pausa di quattro anni fino alla disputa del già citato Trofeo San Luigi, conquistato per quattro volte consecutive, dal 1989 al 1992, dalla nostra Contrada. Poi, dopo un nuovo periodo di dominio bianco-rosso, la Contrada “La Madonnina” conquistò di nuovo la sesta, e purtroppo fino ad oggi ultima, vittoria ai 21° Giochi delle Bandiere del 1998.
Gare Interne QuercetaDa un’analisi obiettiva, è evidente che possiamo guardare con molto rammarico i due anni di pausa dall’81 all’84 e i quattro dall’84 all’89, perché proprio in quel periodo la Contrada “La Madonnina” ha dimostrato di essere ai vertici di questa disciplina, e probabilmente, a oggi, il numero di vittorie nell’albo d’oro poteva essere superiore. Purtroppo recriminare sul passato non serve a niente, perciò l’impegno sarà sempre maggiore all’interno del nostro Gruppo Sbandieratori e Musici per raggiungere di nuovo i livelli toccati a cavallo fra gli anni ’80 e ’90.

Albi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *