47° Torneo di Calcio delle Contrade

47° Torneo di Calcio delle Contrade

Il calcio, in Italia, è lo sport nazionale.

Potevano lasciarsi scappare, i Contradaioli, l’occasione per unire queste loro due più grandi passioni? Certamente no! E così è stato.

Da quasi mezzo secolo, infatti, ogni estate, le Contrade scendono letteralmente in campo per sfidarsi nel gioco del calcio.
Un mese di incontri, prima eliminatori, poi di finale, per incorniciare la più brava…. o la più fortunata.
Perché anche se l’abilità è sempre meglio averla amica, la sorte gioca sempre un ruolo importante, talvolta determinante.

L’appuntamento, dunque, è presso lo stadio “Buon Riposo” dall’11 giugno al 14 luglio.

Cena della Vittoria – Torneo di Calcio delle Contrade 2017

La Contrada “La Madonnina”

è lieta di invitare tutti i contradaioli alla cena per la
Vittoria del 46° Torneo di Calcio delle Contrade
 che si terrà Sabato 29 Luglio 2017 alle ore 20
nel piazzale di fronte alla sede della Contrada.

46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

Festeggeremo la vittoria del Torneo insieme ai ragazzi della nostra squadra
che hanno conquistato questo importante risultato.

Locandina Cena della Vittoria del 46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

La serata sarà allietata dalla musica di: Alberto Karaokalby Taruffi

Attendiamo la tua adesione che potrai farci pervenire (entro il 26 Luglio 2017) tramite il form presente in questa pagina o chiamando uno dei seguenti numeri telefonici:

Boccelli Giampiero 339 391 4517
Bandoni Adriano 346 132 1449
Bonuccelli Antonio 329 636 7304

NON MANCATE!!!

    Il tuo nome (richiesto)

    Il tuo cognome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    Numero di Adulti

    Numero di Bambini sotto gli 8 anni

    Eventuali Annotazioni

    Abbiamo Vinto…….

    46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

    La corsa verso la tribuna della nostra squadra

    Quando quasi tutti ci davano per finiti, in particolare dopo la prima disastrosa partita, siamo riusciti a ritrovare orgoglio, forze e determinazione che alla fine ci hanno portata ad un trionfo che va aldilà di ogni aspettativa!

    È stata la vittoria dell’impegno, dell’umiltà, della consapevolezza delle nostre forze ma anche dei nostri limiti. Da qui è scaturito il senso di coesione della squadra, dal primo all’ultimo, che ha retto a tutti gli attacchi avversari anche quando sembrava che la capitolazione fosse inevitabile.

    Abbiamo anche avuto dalla nostra parte la fortuna, ma non può certo, la nostra vittoria, essere limitata a questo particolare.

    Per me è stata una emozione forte, come non ricordavo; mi sembrava molto più “controllabile” anche un evento di vittoria ma, sarà perché da tempo non provavo più una sensazione di questo tipo, è stato veramente un momento di estasi e soddisfazione che mi ha invaso al triplice fischio della partita.

    Voglio dire grazie a tutti i componenti della squadra, se non corressi il rischio di essere frainteso (ci sono cose molto più importanti al mondo) direi che sono stati “eroici”, in modo particolare ci tengo a ringraziare quei “ragazzi” che mai impegnati o impiegati saltuariamente hanno dato il loro prezioso contributo in campo o incoraggiando i compagni da fuori.

    46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

    I festaggiamenti a fine partita

    Non sono in grado di fare un elenco di merito perché tutti hanno contribuito in egual misura ed  il merito della vittoria va equamente suddiviso fra tutti: ognuno ha dato il massimo di quanto poteva e questo è fondamentale, voglio solo sottolineare, senza per questo sminuire il valore dei nostri “senatori” , l’impegno e la dedizione dimostrata dai nuovi innesti in modo particolare dai “ragazzini del 2000 e 2001″, che buttati in un  ingranaggio che poteva stritolarli hanno risposto in modo più che positivo.

    Qui sotto elenco tutti i 25 elementi della “rosa” ai quali, ripeto, spetta il merito della vittoria; alcuni di loro sono scesi in campo anche in condizioni fisiche che consigliavano di non rischiare ma la loro volontà era forte e determinata a dimostrare che potevamo ancora centrare il risultato più importante del Torneo: la sesta vittoria della Madonnina!!!!!

    46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

    Capitan Federico Tosi festeggia dopo il goal che fissa il risultato della finale sul 2 a 0

    Per concludere ringrazio tutti: gli sponsor, i sostenitori della squadra, tutti i giocatori, il nostro allenatore Luigi Tosi, il massaggiatore Stefano Ferrandello; le signore della Contrada che hanno lavorato per preparare il ristoro prima e dopo partita; l’amico Marco Iori che ha contribuito al coinvolgimento dei nuovi ragazzi,  la Commissione Torneo di Calcio composta da Adriano Bandoni, Fabio Venè,  Agostini Giovanni,  Fabrizio Orlandi,  Giuseppe Martinelli e  Eleonora Matana.

    “Rosa” giocatori Contrada La Madonnina
    1^ Classificata al 46° Torneo di Calcio delle Contrade 2017:

    Apolloni Michael – Barattini Tommaso – Bigi Marco – Cagnoni Matteo – Casini Lorenzo – Giannelli Cesare – Giannini Federico – Giannini Simone – Giannotti Iacopo – Macchiarini Alessio – Martini Mattia – Mazzone Gabriele –  Menchini Luca – Menchini Matteo – Moretti Samuele – Mugnaini Giacomo – Paolicchi Leonardo –  Poli Andrea – Pucci Matteo – Sacchelli Nicolò – Tarabella Nicola – Tognocchi Stefano – Tonacci Gabriele – Tosi Federico  – Tosi Francesco.

    46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

    I Campioni del 46° Torneo di Calcio delle Contrade (2017)

    Il Presidente
    Giampiero Boccelli

    Che Rabbia…….

    Tabellone (44° Torneo di Calcio delle Contrade - 2015)

    Il tabellone del 44° Torneo di Calcio delle Contrade (2015)

    Stavolta è veramente molto difficile scrivere qualcosa del Torneo! Ho lasciato passare un po’ di giorni, perché sul momento non riuscivo nemmeno a ripensare a quanto successo lunedì 13 luglio allo Stadio. E dire che ne ho, nel corso degli anni, viste tante! Da quando eravamo la “cenerentola” del Torneo e, ad ogni partita, si poteva scommettere sullo scarto con cui avremmo perso fino all’incredibile episodio della semifinale dello scorso anno quando arbitro e guardalinee non hanno visto il “portiere aggiunto” del Ponte. Ma lunedì è stata una situazione ancora più grave tanto è irreale! Chi c’era ha ben visto come è andata! Abbiamo, anche in inferiorità numerica, controllato la partita imponendo il nostro gioco! Purtroppo non abbiamo concretizzato nessuna delle numerose, di cui alcune clamorose, occasioni da gol create! In più la sfortuna, due traverse colpite, e l’arbitraggio hanno fatto il resto!

    44° Torneo di Calcio delle Contrade (2015)

    Alcuni giocatori con il Mister Luigi Tosi durante gli allenamenti per il 44° Torneo di Calcio delle Contrade (2015)

    Sull’arbitro non voglio spendere neanche una parola confidando che abbia perso la testa, come noi, in un contesto che non ha saputo minimamente gestire. Voglio parlare solo di noi ribadendo il concetto che la nostra squadra era superiore e che sfruttando anche uno solo degli episodi favorevoli avrebbe potuto indirizzare la gara in modo ben diverso. Ciò detto bisogna riconoscere che, nonostante lo sforzo per dimenticare, l’episodio della passata edizione ha pesato anche in questa semifinale generando una convinzione collettiva di ostilità nei nostri confronti da parte degli arbitri che ha fatto perdere lucidità e serenità indispensabili per portare a compimento la gara. Un vero peccato!

    44° Torneo di Calcio delle Contrade (2015)

    Una fase della semifinale del 44° Torneo di Calcio delle Contrade contro la Contrada “Il Leon d’Oro” (2015)

    L’epilogo con l’abbandono del campo a fine primo tempo supplementare, ancora sullo 0 a 0 ma ridotti in otto giocatori, è stato un gesto impulsivo e frutto del nervosismo venuto a crearsi: a nome mio e di tutta la squadra chiedo scusa ai contradaioli perché, anche se impresa ben ardua, avremmo dovuto lottare fino alla fine. A sostegno però di tale ritiro il voler evitare eventuali, possibili, eventi che avrebbero potuto far degenerare la situazione. Alla fine rimane comunque il rammarico per come ancora una volta tutto il lavoro svolto con grande applicazione da quanti hanno collaborato a preparare il Torneo e gli sforzi, anche finanziari, della Contrada sono stati vanificati da episodi sfavorevoli.

    44° Torneo di Calcio delle Contrade (2015)

    UN momento di pausa durante gli allenamenti del 44° Torneo di Calcio delle Contrade (2015)

    Voglio ringraziare per primi quanti sono intervenuti al campo per sostenere la squadra; tutti i giocatori, compresi quelli mai scesi in campo, che hanno dimostrato attaccamento, impegno e voglia di ben figurare; il nostro allenatore Luigi Tosi che ha dedicato gran tempo alla preparazione tecnica e atletica della squadra; il massaggiatore Stefano Ferrandello che ha svolto il proprio compito con competenza e capacità; le signore della Contrada che hanno fatto le ore piccole per preparare il ristoro dopo partita; infine, per il gran lavoro svolto, tutta la Commissione Torneo di Calcio guidata dal generosissimo e “caliente” Adriano Bandoni che ha avuto il notevole e fattivo aiuto di Fabio Venè, di Fabrizio Orlandi, di Giuseppe Martinelli e di Eleonora Matana.

    Grazie a tutti e teniamoci pronti perché il prossimo Torneo farà presto ad arrivare………………….

    Giampiero Boccelli

    44° Torneo di Calcio delle Contrade

    Si è concluso ieri, sabato 18 Luglio, il 44° Torneo di Calcio delle Contrade del Palio Dei Micci Querceta con la finale vinta dalla Contrada del Leon d’Oro per 3 a 0 sulla Contrada La Cervia.
    La Contrada del Leon d’Oro, dopo aver giocato tre finali negli ultimi tre anni, vince il Torneo per l’undicesima volta arrivando ad una sola vittoria dalla Contrada La Quercia, che comanda l’albo d’oro con dodici vittorie.
    Sempre il Leon d’Oro si aggiudica anche la Coppa Disciplina e, con i punti raccolti anche in questa manifestazione è ormai la vincitrice matematica anche della 32° Coppa del Presidente, Coppa assegnata alla Contrada che durante le manifestazioni annuali abbia ottenuto i migliori risultati complessivi.

    Complimenti quindi alla Contrada del Leon d’Oro, e per quanto riguarda le manifestazioni legate al Palio dei Micci di Querceta, appuntamento Mercoledì 22 Luglio 2015 alle 21, in Piazza Matteotti a Querceta (LU) per l’elezione di Miss Palio. Vi aspettiamo.

    Madonnina 0 – Leon d’Oro 3 (2015)

    Gli highlights della Semi-Finale fra la nostra Contrada e la Contrada del Leon d’Oro finita 0 a 3 a tavolino dopo il “ritiro” della nostra squadra sullo 0 a 0 durante il primo tempo supplementare… le immagini sono abbastanza eloquenti per poter trarre eventuali conclusioni.
    Il video è sempre a cura di Alessandro Taccini.

    44° Torneo di Calcio delle Contrade

    Sarà la Cervia l’avversaria del Leon d’Oro nella finale del 44° Torneo di Calcio delle Contrade che si giocherà Sabato 18 Luglio alle 21.30.
    I biancocelesti hanno battuto infatti per 4 a 3 il Ponte nella semi-finale disputata ieri sera.

    44° Torneo di Calcio delle Contrade

    E con la Semi-Finale di stasera si conclude nel peggiore dei modi anche l’avventura della nostra Contrada nel 44° Torneo di Calcio delle Contrade. Nel peggiore dei modi perché una bella partita, giocata molto bene dai nostri ragazzi che si sono conquistati un calcio di rigore (purtroppo sbagliato) dopo pochi minuti e colpito due traverse, è stata rovinata da un arbitraggio a dir poco vergognoso.
    La partita è stata fallosa da entrambi i lati ma l’arbitro sembrava ricordarsi di usare i cartellini solo contro di noi e perdendo letteralmente il controllo della partita già dal secondo tempo e contribuendo con il suo atteggiamento ad aumentare il nervosismo dei giocatori in campo.
    Alla fine dei tempi regolamentari, finiti sullo 0 a 0 la nostra squadra era già in dieci, per una espulsione per somma di ammonizioni, ma continuava a dimostrare un gioco migliore ed un discreto dominio del campo. Verso la fine del primo tempo supplementare l’arbitro ha estratto altri cartellini hai danni della nostra Contrada che hanno portato all’espulsione del nostro Direttore Sportivo e di altri due giocatori lasciando la nostra squadra in otto e compromettendo non solo questa partita ma anche l’eventuale finale. Per questo alla terza espulsione è arrivata la decisione dell’allenatore e di tutta la squadra di abbandonare il terreno di gioco per protesta e rifiutarsi quindi di continuare la partita, che in quel momento era ancora sullo 0 a 0.
    Usciamo quindi per il secondo anno consecutivo a causa di arbitraggi non all’altezza della situazione, e con l’amaro in bocca ma sappiamo, e abbiamo dimostrato in questi due anni di avere una squadra in grado di giocarsi la vittoria del torneo.

    È quindi la Contrada del Leon d’Oro la prima finalista del 44° Torneo delle Contrade, che andrà a sfidare la vincente della semi-finale di domani fra Ponte e Cervia.

    Purtroppo, spesso negli anni, si sono visti arbitraggi inadeguati in quest torneo, e quest’anno, fra le partite che ho potuto vedere, oltre a questa, mi sento di poter citare la partita fra Leon d’Oro e Pozzo, e la prima partita giocata fra Quercia e Cervia segnate anche queste da scelte dubbie da parte del Direttore di Gara.

    Che ne pensate voi? Condividete la scelta della squadra di abbandonare il campo di gioco?

    A noi non resta che dire bravi ai nostri ragazzi per il bel torneo giocato con appuntamento al prossimo anno, con la speranza che sarà il campo a decidere le nostri sorti… e non ancora una volta un arbitro inadeguato.

    Alessandro Bertellotti