Photogallery

La storia della nostra Contrada attraverso le immagini

La Contrada "La Madonnina" ottiene un 4° posto nella classifica del Corteo Storico, 8° nel Tema, 7° nella classifica per l'Alabarda d'Oro, 4° nel Trofeo Meccheri e 6° nella corsa dei micci con il fantino Angelo Oppito su "Carim".

I risultati per la nostra Contrada sono: 7° posto nel Corteo Storico, 4° nel tema, 3° Trofeo Meccheri e 8° nella corsa dei micci con il fantino Angelo Oppito sul miccio "Bibi".

La 58° edizione ha visto la nostra contrada classificarsi al terzo posto nella corsa del miccio.

Nel 2012 la nostra contrada ha conquistato il 2° posto nelle classifiche della corsa dei micci e della sfilata storica.

Ancora Angelo Oppito ed il miccio “Merlino”, tagliano per primi il traguardo di questo storico Palio, il cinquantesimo. Questa vittoria rappresenterà, record assoluto, l’ottava affermazione personale per l’esperto fantino pisano e la terza per il forte miccio di razza amiatina.

Ancora la coppia composta dal fantino Angelo Oppito e dal miccio “Merlino”, sbanca il “Buon Riposo” facendo registrare la settima affermazione personale per il fantino, la seconda per il miccio e la dodicesima per la Contrada della Madonnina.

Angelo Oppito, in groppa al miccio "Merlino", conquista l'undicesima vittoria per la Madonnina, mentre per sé raccoglie la sesta affermazione personale.

Questa edizione segna il ritorno al "miccio di Contrada".

Angelo Oppito festeggia il suo quinto successo personale; la Madonnina è invce la prima Contrada ad aggiudicarsi "la stella": simbolico riconoscimento per raggiungimento del decimo successo.

Angelo Oppito, concede il bis. Questa volta sul miccio "Mazzetta", toccatogli in sorte grazie all'estrazione del fido palafreniere Adriano Bandoni, mette in riga tutti gli altri pretendenti. Nona vittoria nella corsa del Palio per la Madonnina, quarto successo personale invece per l'esperto fantino pisano.

Ancora Angelo Oppito, porta all'ottava vittoria la contrada della Madonnina. Questa volta in groppa alla miccia "Forlana". La Contrada "La Madonnina" sale così in vetta alla classifica delle vittorie diventando la Contrada "Regina del Palio".

Questa edizione segna di nuovo la fine del "miccio di Contrada". Dall'anno successivo, infatti, sarà la Pro Loco a reperire gli otto micci.

Marino Bresciani, ottiene la sua seconda affermazione personale e, in groppa al miccio "Paco", primo miccio "turbo" della storia del Palio, regala alla Contrada della Madonnina la settima vittoria nella corsa del Palio che le permette di raggiungere il comando della classifica delle vittorie a pari merito con la Contrada "La Lucertola".

Seconda partecipazione per il fantino Angelo Oppito con i nostri colori

Angelo Oppito, di origini Avellinesi ma Pisano d'adozione, alla sua seconda partecipazione assoluta al Palio dei Micci vinse all'età di 17 anni il suo secondo Palio, ed il primo di una lunga serie con la nostra Contrada. Nel 1980 il fantino corse con una delle micce più amate di sempre nella nostra contrada, la "Beppa", che però, data l'usanza di allora di dare per il Palio nomi di fantasia ai micci, fu ribattezzata per l'occasione "Stiticone". Nello stesso anno arriva il secondo successo (anche questa volta ex-equo con la contrada "La Quercia") nella sfilata storica. Con la conquista del gonfalone del Palio e dell'Alabarda d'Oro, il 25° Palio dei Micci è da considerarsi uno dei Palii più indimenticabili per la nostra contrada.

Dopo undici anni di "digiuno" la Contrada della Madonnina torna alla vittoria grazie ad Alberto Conti, di Marina di Pietrasanta e al miccio "Volasco". Si tratta del quinto successo per la nostra contrada nella corsa del miccio. Risulteremo, invece, non classificati nella sfilata.

In questa edizione, il miccio "D'Artagnan" montato dal fantino Piero Spadaccini ottiene un 2° posto, mentre nella sfilata la nostra Contrada si classifica in settima posizione.

In questa edizione la nostra Contrada risulterà non classificata nella corsa, e fuori dal podio (forse 6°...) nella sfilata.

La Contrada "La Madonnina" ottiene un 4° posto nella corsa grazie al fantino Giovanni Ferrari e un 7° posto nella sfilata.

Quarto posto per la nostra Contrada nella corsa con il miccio "Maria Lao". Nella sfilata risulteremo invece non classificati.

Questa edizione segna l'inizio di un periodo in cui i micci non saranno più proposti in proprio dalle singole Contrade, ma reperiti dalla Pro Loco ed assegnati loro per sorteggio. Al termine della corsa la nostra Contrada risulterà "non classificata".

La contrada “la Madonnina” ottiene la prima storica vittoria (seppure a pari mertito con la Contrada “La Quercia”) nella classifica della sfilata, ottenendo così l’ambita alabarda d’oro. Nella corsa invece risulta non classificato il miccio "Billo" montato dal fantino Fabrizio Barca.

Ancora Loreno Giannini, dopo la vittoria del 1962, regala il quarto successo alla Madonnina. Questa volta però in groppa al miccio "Antoine", passato alla storia come il "miccio-cavallo" in ragione della notevole stazza fisica.

Questa edizione segna il rientro definitivo "a casa", cioè al "Campo del Cavaliere" su cui è stato nel frattempo edificato lo Stadio Comunale del "Buon Riposo".

Loreno Giannini, di Montecatini Terme (PT), in groppa al miccio "Corona", vince il settimo Palio dei Micci, relagando alla Contrada "La Madonnina" il terzo successo.

Sino a questa edizione, la vittoria pare essere una "faccenda personale" tra due sole Contrade, Madonnina e Lucertola.

In questa edizione, contrariamente alle prime tre, non sono più le Contrade a provvedere al reperimento del miccio col quale correre il Palio, ma è la Pro Querceta stessa che si occupa del loro reclutamento per poi assegnarli alle Contrade mediante sorteggio.

Vince ancora la Madonnina col fantino Evaristo Angeli, unico madonninese vincente della storia, ed ancora con la miccia "Mora".

Il fantino Rolando Dami, di Montecatini Terme (PT), in groppa alla miccia "Mora", porta alla vittoria i colori giallo-azzurri della Contrada della Madonnina che per la prima volta partecipava alla corsa.

In questa galleria trovano posto tutte quelle foto a cui per il momento non siamo in grado di dare una datazione certa. Chiunque possa aiutarci a catalogarle correttamente è pregato di contattarci.

In questa galleria vedrete alcuni dei vestiti e oggetti della nostra contrada esposti al museo del palio presso i locali dell’ex distretto sanitario di via F.lli Rosselli, a Querceta.

Aiutaci ad ampliare la nostra Photogallery: inviaci le tue foto

In queste pagine cercheremo di mettere il maggior numero di foto possibile con l’intento di creare un grande archivio fotografico degli anni passati, con date e nomi delle persone raffigurate. Di molte foto, soprattutto quelle meno recenti, non siamo in grado di ricordare o riconoscere le persone presenti, perciò chiediamo l’aiuto di chiunque potrà darci indicazioni per rendere questa photogallery ancora più precisa e completa. Inoltre, siete tutti invitati ad inviarci quante più foto possibili, per completare la nostra raccolta, utilizzando il form presente in questa pagina o inviandole all’indirizzo: info@contradalamadonnina.it,sarà nostra premura metterle on-line al più presto.
Per una migliore catalogazione delle foto si richiede di indicare nella descrizione, quando possibile,  sia la manifestazione che l’anno di riferimento e anche i nomi delle persone presenti nella foto. Grazie a tutti quelli che vorranno contribuire a questa nostra ricerca e all’ampliamento della nostra photogallery.

(selezionare la foto da inviare tramite il tasto “scegli file“, quindi inserire la descrizione nel modo più accurato possibile e il vostro indirizzo email, poi selezionare “INVIO“)



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.