Cena di Natale 2017

La Contrada “La Madonnina”

è lieta di invitarti insieme alla tua famiglia alla tradizionale cena di Natale
che si terrà il 16 Dicembre 2017 a Querceta in Via Piave (presso la Sala Convegni “ex Landucci”)
alle ore 20.

Sarà occasione per trascorrere insieme una bella serata e augurarci buone feste.

Adulti € 18
Ragazzi (Dagli 8 ai 15 anni) € 15
Bambini (sotto gli 8 anni) Gratis

Attendiamo la tua adesione
che puoi farci pervenire (entro il 14 Dicembre) tramite il form presente in questa pagina
o chiamando uno dei seguenti numeri telefonici:

Bandoni Adriano 346 132 1449
Boccelli Giampiero 339 391 4517
Bonuccelli Antonio 329 636 7304

Vi aspettiamo numerosi!!!!

Cena di Natale 2017

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

Numero di Adulti

Numero di Ragazzi da 8 a 15 anni

Numero di Bambini sotto gli 8 anni

Eventuali Annotazioni

CONSIGLIO CONTRADA TRIENNIO 2017 – 2020

Verbale commissione elttorale 2017

Questo il Verbale della Commissione Elettorale che riporta l’organico del nuovo Consiglio che durerà in carica per i prossimi 3 anni.
A tutti i componenti, vecchi e nuovi, l’augurio di un buono e proficuo lavoro nel superiore interesse della nostra Contrada.

Forza Madonnina!!!

Serata del 25 agosto 2017

A causa di un disguido la serata del 25 agosto non vedrà, diversamente da quanto ufficiosamente anticipato, la partecipazione del DJ Marco Bresciani.
Grazie alla disponibilità e collaborazione incontrata, l’evento si svolgerà comunque con l’animazione del grande, “mitico” DJ AGO che si avvarrà, per l’occasione. del supporto del DJ Antonio Petri.
Intervenite numerosi!!!
Sarà una serata indimenticabile!!!

Ovviamente rimane ferma la partecipazione di AGO alla serata evento del 2 settembre.

VI ASPETTIAMO

Che dire?

Premio Sfilata Storica

Il premio per il 3° posto nella sfilata storica

Il giorno dopo il 61° Palio è difficile dire qualcosa che non sia improntato al pessimismo ed alla delusione. Si perché l’ottimo risultato nella Sfilata (terzo posto) che, ovviamente, ci riempie di orgoglio e soddisfazione non riesce a compensare la delusione per l’esito della scena e, soprattutto, la rabbia per quanto successo con la corsa.

Credevamo di esserci preparati al meglio per la scena, con una struttura imponente realizzata da veri artisti in materia, ma l’esito è stato, purtroppo, molto deludente anzi direi quasi avvilente. Sarà necessario cercare di capirne le cause e, forse, rivedere il nostro modo di impostare la scena stessa.

Scena

Un momento del nostro “tema”

Per quanto concerne la corsa del Palio, avevamo formulato grandi speranze, pur consapevoli del valore degli avversari, senza illuderci troppo ma comunque convinti di poter ben figurare. Invece è successo che alla visita veterinaria il nostro miccio “Pepenero” non è stato identificato dal funzionario ASL per l’impossibilità di rintracciare e leggere il microchip identificativo, così come tassativamente richiesto dal regolamento del Palio.
Abbiamo tentato in vari modi di superare l’ostacolo, anche richiedendo proroga del termine per l’identificazione, ma non siamo pervenuti a nessun risultato. Abbiamo corso con il miccio di riserva con l’esito che tutti hanno visto e che, purtroppo, era previsto. Voglio chiedere scusa ai contradaioli tutti per questo incredibile intoppo che ci ha tagliato fuori dalla competizione: mai mi sarei immaginato il mancato funzionamento di un microchip identificativo, ciò nondimeno riconosco che avrei dovuto essere più accorto. Ieri, prima di entrare al campo, ho raccolto alcuni giudizi di nostri figuranti che indicavano la Contrada quale responsabile di quanto successo: sono rimasto colpito da queste considerazioni e riconoscendo che potrebbero essere giuste sono a dire a chiunque voglia farsi avanti che, assumendomi ogni responsabilità, sono pronto a farmi da parte.

Denis e Marco

Il nostro fantino Denis Del Duca e il suo vice Marco Rigati

Detto ciò voglio ringraziare quanti si sono impegnati al limite delle proprie possibilità, anche fisiche, perché tutto riuscisse per il meglio ribadendo che il Palio inizia assai prima del giorno fissato, qualche mese prima, e che l’organizzazione del tutto (veglia, scena, sfilata, corsa, biglietti ecc.) richiede impegno e tanto, tanto lavoro. In particolare mi complimento con la Commissione Sfilata, con Dino in testa, per quanto sono riusciti a fare senza disporre di grosse risorse: il piazzamento di rilievo ottenuto è un riconoscimento ed è merito di tutti loro.

Mi complimento ovviamente con il Pozzo vincitore della Corsa grazie al Fantino “Tommy” autore di una partenza e gara eccezionale; il pensare che il “bimbo” ha corso il suo primo Palio per i nostri colori non fa che aumentare la mia delusione e alimentare i rimpianti……..

A disposizione,

Boccelli Giampiero

Una Grande Festa

Cena Festival (2016)

La Cena del Festival del 5° Marzo 2016

Iniziata con la cena di presentazione del 5 marzo, che ha visto la partecipazione di oltre 150 persone e che ha avuto una riuscita eccellente, e sfociata nelle tre serate del Festival.

Ho richiamato la cena del 5 marzo che è motivo di grande soddisfazione per come è stata organizzata anche nei piccoli particolari e, soprattutto, per il coinvolgimento e la partecipazione dei Contradaioli intervenuti, come detto, in gran numero. Grande merito della Commissione, ma anche di tutto il Consiglio e dei volenterosi “Aiutanti” che sono presenti in ogni necessità. Ringrazio tutti e voglio aggiungere un sentito grazie a Marco Macchiarini che interviene ad ogni nostra cena animando la serata con le sue piacevolissime esibizioni.

Da sottolineare che già da quel primo momento Luca Sala ha conquistato le simpatie di tutti noi entrando nel nostro mondo, per lui completamente sconosciuto, in modo semplice e spontaneo come fosse già “uno di noi”. La sua presentazione della nostra canzone “Una Notte Mia” è stata brillante e coinvolgente.

Ma il momento “clou” della festa si è sviluppato naturalmente, nelle serate del Festival. Quattro momenti, tenendo conto della serata di prove, pieni di speranza, tensione, timore ma di tanto tantissimo divertimento. Si, proprio divertimento, perché lo spirito che ci ha contraddistinti è stato proprio quello di ritenere che il presentarci con una canzone coinvolgente e che ha incontrato il gradimento dei nostri, ma anche degli altri, Contradaioli fosse già un grande successo.

59° Festival del Miccio Canterino (2016)

Un momento dell’esibizione della seconda serata del 59° Festival del Miccio Canterino (2016)

Un applauso e un ringraziamento alla nostra Commissione per la perfetta riuscita; una particolare menzione per Monica che ha portato avanti in maniera impeccabile il progetto Festival ideato: è Lei che ha individuato Cantante e Direttore d’orchestra, Luca e Mario, due persone confermatesi eccezionali professionisti ma anche rivelatesi personaggi di grande disponibilità, collaborazione e allegria che hanno contagiato tutti. Ottima l’idea di coinvolgere ragazze della Contrada con la presentazione della Tamburina e delle Coriste “fatte in casa”. Il risultato di questo “cocktail” è stata una grande esibizione ed un coinvolgimento totale dei nostri Contradaioli, in prima linea dei nostri ragazzi che hanno scatenato un tifo continuo ed incessante ammirato un po’ da tutto il Palazzetto.

Sul risultato credo ci sia poco da dire, come tutti noi, speravo addirittura di vincere ma ero consapevole che Ranocchio e Quercia ci erano superiori: siamo risaliti sul palco al quarto posto e va bene così: l’anno prossimo ci proveremo ancora e sono certo che ci supereremo.

Voti Festival

Le votazioni del 59° Festival del Miccio Canterino (2016)

Chiudo i ringraziamenti ufficiali a quanti hanno reso possibile questa grande festa: ovviamente inizio con Luca Sala e Mario Natale i veri protagonisti del Festival; proseguo con Marialuna Lanè e le sorelle Melissa e Romina Ercolini che, superato il primo impatto in platea, hanno dato un contributo eccellente; l’intera Commissione Festival capeggiata da Monica Bandoni; l’intero Consiglio di Contrada; i nostri ragazzi che hanno “eclissato” il tifo delle altre Contrade; Yndia Ghio la nostra Miss; i contradaioli per la partecipazione e l’entusiasmo con cui hanno sostenuto i nostri interpreti. Anche quest’anno, ovviamente, devo ringraziare Adriano Bandoni che si è messo a disposizione di Luca e Mario per ogni loro esigenza e che, come sempre, ha organizzato il pomeriggio del sabato a casa sua in modo impeccabile, anche se tutti sappiamo che il merito di ciò non è suo ma del nostro amico Maurizio detto “Volpe”.

Approfitto per fare i migliori auguri di Buona Pasqua a quanti non potrò farlo personalmente.

Giampiero Boccelli

Un dicembre impegnativo

Il nuovo anno contradaiolo è appena iniziato e subito ci siamo trovati impegnati in modo significativo per svolgere al meglio le molteplici attività di questo mese di dicembre.

Mercatini di Natale

Il nostro stand ai mercatini dell’8 dicembre in piazza a Querceta

Si è iniziato con i Mercatini Natalizi in piazza a Querceta il giorno 8 che hanno registrato una buona partecipazione, forse al di là delle aspettative, di pubblico e dove la nostra cucina di piatti tradizionali ha incontrato un notevole successo: “intruglia”, matuffi, ma soprattutto “ciacci” sono stati richiestissimi durante tutta la giornata che è corsa via in modo allegro e divertente nonostante il lavoro.

La Madonnina illumina il Natale

Un momento dell’esibizione dei nostri giovani musici a “La Madonnina illumina il Natale” del 12 Dicembre

Il giorno 12 poi, per la prima volta, si è tenuta la manifestazione denominata “La Madonnina illumina il Natale” in collaborazione con i mercatini di QuercetArte. Si è svolta di fronte alla sede della nostra Contrada ed ha visto la presenza di una ventina di banchetti e l’esibizione della Palestra Patchouli, dei nostri giovani sbandieratori e tamburini ed infine uno spettacolo di fuoco ad opera di una “mangiafuoco” giovane ma molto brava. Naturalmente la partecipazione di pubblico è stata molto minore rispetto a Querceta ma, considerato che si trattava della prima edizione e che il tempo minacciava pioggia, credo sia stata soddisfacente.

Cena di Natale 2015

Un momento della Cena di Natale del 19 Dicembre

Il sabato successivo, 19 dicembre, si è tenuta la consueta “Cena di Natale”, la cui organizzazione, a causa della indisponibilità dei locali della sagra del Ranocchio, è stata piuttosto difficoltosa ma, alla fine, è risultata ottimale. Anche quest’anno si è riscontrata una grande adesione da parte dei contradaioli: oltre 120 persone hanno partecipato alla serata rendendola un momento di unione e coinvolgimento di grande spessore. Ritengo che tutti siano rimasti soddisfatti della serata vivace ed armoniosa trascorsa nella più completa serenità ed armonia.

Babbo Natale 2015

I nostri ragazzi durante il Babbo Natale di Contrada

Infine nei giorni 21, 22, 23 dicembre i nostri giovani svolgono il Babbo Natale visitando tutte le famiglie della Contrada portando un simbolico augurino che vuole però essere il nostro sincero ringraziamento ed augurio a tutti per la collaborazione, il sostegno, in alcuni casi anche la sopportazione, riservate alle nostre numerose iniziative.

Voglio ringraziare indistintamente tutti quanti, componenti del Consiglio e non, che con la loro fattiva partecipazione e collaborazione hanno reso possibile realizzare e svolgere al meglio tutte queste iniziative. Ancora una volta si è trattato di una grande dimostrazione di attaccamento e disponibilità verso la nostra Contrada e questa è certamente la strada giusta per giungere a risultati positivi, tenendo sempre ben presente però che il risultato più importante non è il piazzamento conseguito nelle manifestazioni ma è proprio il coinvolgimento, la partecipazione, la soddisfazione ed il divertimento di tutti i contradaioli.

Chiudo rivolgendo, a nome proprio e di tutto il Consiglio, i migliori auguri di Buone Feste, con la speranza che il 2016 porti soddisfazione a tutti e magari qualche vittoria per i nostri colori!!!!!!

Giampiero Boccelli

Ciao Alfio…

bklutto

Alfio durante la cena di Contrada del Natale 2014

Alfio durante la cena di Contrada del Natale 2014

Alfio ci ha lasciato:
un altro pezzo di storia, un altro personaggio importante nella crescita della nostra Madonnina se ne va.

Alla Famiglia Orlandi, ed ai parenti tutti, a titolo personale e a nome del Consiglio e della Contrada tutta, voglio presentare le più sentite condoglianze per la perdita patita.

Palio 1960

Alfio Orlandi (a destra nella foto), durante il Palio dei Micci del 1960.

A Lui un grosso ringraziamento per essere stato modello di insegnamento e comportamento per tutti noi sia attraverso l’opera fattiva prestata, nel corso di tanti anni, per la Contrada, sia attraverso il Suo impegno sociale a favore della nostra comunità: chi non ricorda Alfio in veste di “sacrestano” della Chiesina? Oggi ci ha lasciato per andare a ritrovare i compagni Madonninesi che l’hanno preceduto in questo passo, ma il Suo ricordo resterà vivo dentro a quanti l’hanno conosciuto ed hanno avuto modo di apprezzarne le doti e, sono certo, anche da Lassù continuerà a seguirci con la passione che ha sempre dimostrato.

Ciao Alfio, grande Contradaiolo.

Giampiero Boccelli